Cerca

Lettere al Direttore

La frammentazione del centro destra

La frammentazione del centro destra ha un solo artefice: Silvio Berlusconi. Il padre padrone che vuole comandare il partito come fosse un'azienda o il Milan, allergico ad ascoltare pareri da tutti coloro che non pensano come lui. Un personaggio carismatico che ha preteso di raccontarci le sue storie private (feste di compleanno, cene eleganti , ecc.) come fossero invenzioni per screditarlo. Un rappresentante del popolo italiano che si diverte a fare la corna nei convegni internazionali o il cucù ricevendo il capo di una nazione straniera. Un politico che per mesi non parla perché ha troppi problemi personali a cui pensare (e che almeno in parte avrebbe potuto benissimo evitare). Recentemente poi si è raggiunto il massimo: lite con Alfano con scissione di mezzo partito perché Alfano vuole collaborare con Renzi e contemporaneamente ripetuti incontri tra Berlusconi e Renzi al quale lo stesso Berlusconi assicura collaborazione. A questo punto anche il più paziente ed affezionato elettore di destra ne ha abbastanza: peggio di così non si può fare. Tanto vale votare per la Lega o Fratelli d’Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog