Cerca

Lettere al Direttore

Cornuti e mazziati

Caro Direttore Bisognerebbe avvertire gli illustri professoroni, che nel tempo si sono occupati del Governo, che è sbagliato il modo di comunicare la lotta all’evasione, fatta a suon di slogan, blitz dimostrativi, dichiarazioni roboanti ed addirittura con videoclip di pessimo gusto. E’ come comunicare ai ladri che ci sono le guardie sotto le loro abitazioni e che dovrebbero cercare di girare al largo. Un altro grossolano errore è stato quello di aver costretto i cittadini e tutti gli imprenditori ad essere sottoposti al vaglio del fisco tramite lo spesometro, gli studi settore ed agli adempimenti spionistici dichiarativi. Il risultato è stato quello di aver fatto chiudere una miriade di imprese e aver causato la perdita del lavoro per milioni di cittadini. Nel contempo i veri evasori hanno preso le contromisure, astenendosi da effettuare spese all’interno del nostro paese, causando il calo dei consumi e quindi la diminuzione delle entrate dello stato, dovuto al mancato introito delle imposte indirette su questi consumi. Altra conseguenza negativa con il calo dei consumi è la diminuzione della produzione industriale con ripercussioni nei parametri europei. Insomma siamo in presenza di un circolo vizioso di inestricabile soluzione, con gli evasori che non spendono, con lo stato che langue e i poveri cittadini, cornuti e mazziati, che non possono fare a meno di ricordare le ultime parole di Cristo sulla croce: Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog