Cerca

Lettere al Direttore

Il Ministero per la semplificazione e la PA non ha fatto nulla dal 2009

Il sito del Ministero, nel presentare le maggiori semplificazioni introdotte, illustra solo azioni effettuate negli anni 2008 e 2009 (vedi link http://www.funzionepubblica.gov.it/la-struttura/unita-semplificazione/archivio/cosa-e-stato-fatto/presentazione.aspx) dando evidente dimostrazione della mancanza di iniziativa di tre governi precedenti. Adesso il Ministero ha al suo attivo una consultazione di cittadini ed imprese sulle procedure che secondo la pubblica opinione vanno semplificate. Il report edito in Aprile 2014, non tratta solo di procedure, ma anche aspetti di contenuto, ed è redatto senza il minimo sforzo di sintesi di merito e di identificazione delle priorità .Si tratta di un documento di 58 pagine , in cui compare solo una elencazione generica di problemi , esposti come farebbe uno studente di statistica ,da cui nessuno può estrarre informazioni sulle priorità da affrontare , il che dimostra come la consultazione sia avvenuta con una tecnica di brainstorming, ossia di semplice elencazione di qualsiasi cosa venga in mente, e quindi, mancante della azione di guida che deve supportare chi utilizza tali tecniche.Sembra quasi che la stesura del Report evidenzi la fretta nel dichiarare che qualcosa si sta facendo,dopo anni di inattività ( o meglio di risultati dato che la struttura ministeriale è sempre esistita e qualcosa avrà fatto, dopo il 2009). In particolare il documento pare una sintesi dello scibile amministrativo italiano, elencando: a) tutte le procedure fiscali ( relative a tutte le imposte) b) tutte le procedure edilizie c) tutte le procedure del servizio sanitario pubblico d) tutte le procedure sulla previdenza obbligatoria e) La firma digitale e il rilascio della carta di identità, della patente , dl passaporto, del porto d’ armi f) I pagamenti alla PA, comprese multe, canone Rai g) Le procedure per la aperura di imprese h) Le procedure giudiziarie ( compresi tempi lunghi dei processi, carichi pendenti e mediazioni civili) i) Le procedure sugli appalti (compreso DURC) j) Le procedure sulla sicurezza del lavoro k) Le procedure ambientali l) Le procedure dei finanziamenti pubblici m) Le procedure del settore agricolo La semplice stesura del documento rende chiara la mancanza di idee i chi è chiamato a semplificare la P.A. , che rende chiaro come la prima cosa da semplificare è l’ abolizione dell’ ufficio semplificazione e la sua sostituzione con professionisti di analisi organizzative. P.S. Il Report è presente al seguente link ministeriale: www.funzionepubblica.gov.it_media_1166142_risultati_100procedure_apr2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog