Cerca

Lettere al Direttore

Anestesia cerebrale

Anestesia cerebrale. Quella di Angelo Panebianco su Sette sembra assumere i connotati di una vera e propria crociata contro il conformismo, il pensiero unico dominante. Oggi viviamo nel terrore del pensiero prevalente che avvertiamo come un ordine superiore al quale obbedire acriticamente, pena squalifica per affermazioni omofobe, razzista, sessista, etc. Ultimo esempio: se non condanni con parole di fuoco l’applauso dei poliziotti del Sap, senza cercarne le ragioni profonde, sarai impiccato all’albero più alto. Che bella la vita senza ordini dogmatici! Lo stesso Paradiso terrestre fu tale fino a quando qualcuno non diede l’ordine di non toccare le mele. Ma un dubbio ci assale: se, finalmente, l’anticonformismo diventerà esso stesso pensiero unico dominante, che ci salverà da esso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog