Cerca

Lettere al Direttore

Scacco Matto al Complotto

Egregio direttore, dopo Zapatero e le dichiarazioni fatte da Nigel Farage, abbiamo un’altra dichiarazione, da parte dell’ex segretario al Tesoro degli Stati Uniti T. F. Geither, del famoso complotto europeo a danno della nostra democrazia e di quella greca. Soffermandomi sul pericolo, ormai noto, della drastica sconfitta generata dalle solite lobby, le quali hanno deciso di inginocchiare e zittire il Presidente Berlusconi, sono sempre sconcertato come lo stesso cavaliere, possa trattare con un partito che ha mobilitato - anche - la finanza internazionale per tutelare interessi storici che hanno costituito nel nostro paese una cultura di sinistra da, almeno, cinquant’anni. Comprendo che vent’anni all’insegna di una persecuzione senza fine ha indebolito – e indebolirebbe chiunque - tutto l’entusiasmo che condusse Berlusconi a poter ribaltare i vertici di casta e consentire uno sviluppo più liberale dell’Italia. Ma allora in modo chiaro e semplice mi chiedo: Sia realmente la fine della politica del 1994? Leggo la notizia del tesoriere Geither rapportato nel suo libro e mi dico, perché rassegnarsi alla sinistra? Perché gettare le armi all’attentato della costituzione che un Presidente della Repubblica ha attuato, consacrando il sovvertimento delle divisioni dei poteri, così come molta magistratura ha compiuto in questi anni, e in anni passati, secondo la testimonianza politica di un gran parlamentare come Almirante. [Ho puntualmente detto «molta», perché onore e rispetto deve essere rivolto a Borsellino e Falcone, ma loro – neanche a dirlo – erano di destra, o comunque uomini realmente di Stato]. A volte penso, perché Berlusconi non compia veramente una mossa da spiazzare tutti? Perché non toglie qualche altra mela marcia del suo partito [es. Verdini] e decida di allearsi con grillo? Sarebbe un grande scacco matto al PD, e potrebbe sigillare la fine del potere occulto che ha stancato molti come me; in fondo anche Grillo, ha prontamente criticato Shultz. Vorrei capire perché? Desidero avere delucidazioni di chi sta dietro a Grillo. Vorrei, come accade in America, che ogni candidato mostrasse le carte scoperte, dicesse siamo sostenuti da queste lobby, da questi interessi. Forse saremo più liberi di decidere, forse inizieremo a capire dove siamo diretti se si continua a cedere alle forze occulte del PD e della sinistra, forse potremo descrivere con più cura la storia di una fittizia Repubblica, forse potremo salvare realmente i posteri e la nostra terra da persone che decisero e hanno deciso di privarci del sogno liberale …. Come nel film di Bergman, proviamo a fare scacco matto alla morte. Un sincero e cordiale saluto dr. Lino Arenare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog