Cerca

Lettere al Direttore

Il transfert del "Cav"

Il "Cav" mette in campo, con tanto di manuale di Storia in mano, i nomi più terrifici del totalirismo che il Passato "mai troppo glorioso" dell'Umanità vanta, giusto per rammentare al suo elettorato esausto il rischio intrinseco di un voto speso a favore del movimento grillino. Rievocazioni storiche a parte - che più che scatenare orrori, genera un senso diffuso del ridicolo, oltre che la consapevolezza di un vuoto programmatico (ahimè!) di FI - è evidente, per chi ha buon udito, quanto al 'dai all'untore' di Berlusconi faccia eco - sommessamente semmai - l'invito (questo sì strabiliante! questo sì curioso! questo sì allarmante!) a votare, se non Lui (sic!), almeno almeno l'amato amatissimo (delfino) Renzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog