Cerca

Lettere al Direttore

Desidero Morire Liberale

Voglio Morire Liberale Gentile Direttore Belpietro, ho letto con attenzione il suo articolo e quello del simpatico dr. Mario Giordano [nel suo modo di essere e fare vedo molto me stesso]. Ho apprezzato il suo tono, perché da tempo dichiaravo la necessità di facce nuove, quindi - ribadisco anch’io - sia questa la strada, quindi dopo aver provato a contattare un candidato all’europee del partito di Forza Italia senza ricevere risposta, dopo essere stato a Roma per capire come ci si stava muovendo per queste elezioni, io spero – come dice lei – “venga invitato a farmi avanti”, gradirei veramente conoscere il Presidente Berlusconi. Ho anche visto il video di Ferrara, non l’ho gradito, sia perché l’ironia di sniffare è fuori luogo, lo può a fare a casa sua con libertà, ma non davanti al pubblico, e soprattutto la sua analisi perde un passaggio. Come dice il dr. Mario Giordano “l’Italia si sveglia renziana”, parafrasando questa espressione, io dico che l’Italia si sveglia figlia del complotto internazionale, e del potere abnorme della magistratura e del Presidente della Repubblica. Ferrara dimentica proprio questo, l’Italia – con questo voto - ha legittimato magistratura, PDR e il complotto. Questo voto non ha valore, perché – lo riconosce anche Ferrara – il parlamento europeo non ha peso decisionale su questioni importanti, quindi se anche lui vuole salire sulla barca del vincitore lo faccia, ma io non voglio morire né conservatore cattolico [Ferrara lo è], né comunista [Ferrara lo è stato], quindi non voglio morire catto- comunista, un misto storico abominevole, perché la teologia cristiana non può minimamente accostarsi a una ideologia collettivista come quella comunista. Non “voglio pulire i pavimenti” [dr. Mario Giordano], perché appartengo “alle persone capaci, per bene, con idee nuove" [Dirett. Belpietro] che non sarà mai di sinistra , ma sempre Liberale, è così che voglio morire. Un sincero e cordiale saluto, dr. Lino Arenare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stelladistante

    27 Maggio 2014 - 15:03

    Leggo oggi con vivo piacere l'invito del Direttore ad un ripensamento programmatico di FI. Già altrove mi sono sommessamente permessa di suggerire, nella mia qualità di liberale, elettrice di FI, la necessità di un'operazione meditata di riscrittura dei contenuti e delle proposte del partito. Ciò presupporrebbe però anzitutto una revisione dei criteri di scelta del proprio "personale" politico.

    Report

    Rispondi

  • angelapiscitelli

    27 Maggio 2014 - 14:02

    Potrebbe essere, questo, il manifesto politico della base vera di Forza Italia, alla quale anch'io mi onoro di appartenere.E aggiungo, dopo tutto questo, ci andremo a sedere con il PPE nell'emiciclo europeo?Ben felice di essere in Francia e di aver potuto votare, con immensa gioia, per Marine Le pen.

    Report

    Rispondi

blog