Cerca

Lettere al Direttore

sgarbi d'estate.

come al solito Vittorio il Grande sa sparare concetti crudi, molto crudi, ma con una certa attinenza alla realtà. Non è da ora che la situazione meriterebbe certe parole, sono anni ahimè, ma chi è al comando pare creda di avere il dono dell'immortalità, mentre, e concordo con Sgarbi, la sua situazione reale interna ed esterna è molto diversa. Cosa aspetterà a rendersene conto, fare un passo indietro per non travolgere quel che resta delle macerie da lui e solo da lui causate assieme ai suoi yes men e leccapiedi per non dir di peggio, che lo hanno illuso non solo, continuano a illuderlo della sua indispensabilità. In questo mondo nessuno è indispensabile, men che meno lui, e se non ne prenderà atto , tutto quel che di buono ha costruito nell'Emittenza e nel resto, andrà a finire,e gli resterà in mano il famoso cerino acceso che finirà del tutto ogni cosa. Speriamo per lui che se ne renda conto, e mi farebbe piacere se Belpietro dicesse con tutta sincerità e onestà intellettuale quel che pensa e se concorda, solo per aiutare una persona a salvare quel che gli resta dell'impero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog