Cerca

Lettere al Direttore

LAMPEDUSA - CROLLO DELLE PRENOTAZIONI

Ho letto le lamentele degli operatori di Lampedusa e del crollo delle prenotazioni e vorrei esporre la mia esperienza. L’anno scorso, dal 15 al 22 giugno, io e mia moglie siamo ritornati a Lampedusa (di solito non torniamo mai su di un posto già visitato) sia per i problemi negli altri paesi mediterranei e sia per le belle spiagge dell’isola (per prima la Spiaggia dei Conigli). Le sorprese furono : alla data del 15 giugno nell’area della spiaggia Guitgia non funzionava alcun chiosco di bibite/panini (bisognava andare a piedi sino al porto e la cosa non era piacevole per i genitori con bambini piccoli), non era aperto il ristorante sulla spiaggia dell’Hotel Baia Turchese; solo un chiosco, aperto in quella data, funzionava sulla strada prima della discesa alla spiaggia dei conigli. Data un’affluenza di turisti mai vista sino ad allora (dove alloggiavamo noi era già tutto prenotato sino alla fine di agosto) alla sera bisognava fare i turni nei ristoranti delle vie del centro dell’isola. Anche in altre cale non funzionava, al contrario del 2008, alcun servizio di ristoro (in una mi ricordo che i gestori degli ombrelloni passavano a prendere l’ordinazione). Dal 2008 (prima settimana di giugno) la discesa alla spiaggia dei Conigli era passata da “sentiero preparato” a “autostrada pedonale” percorribile anche dagli 80enni, e ciò per merito della Lega Ambiente che gestisce l’oasi. La spiaggia, al contrario delle foto esposte nei pannelli lungo il percorso, era diventata del tipo “rimini” (al ritorno ho confrontato le foto del 2013 con quelle del 2008). Da quello che ho capito da vari gestori la situazione era dovuta alla nuova sindachessa che, di formazione ambientalista, era molto rigida sui vari permessi. Non parliamo poi del noleggio di un’auto ferrovecchio che ho pagato così caro come neanche in piccole isole dell’Egeo. Purtroppo una conclusione spiacevole: è già la quarta volta che faccio vacanza in isole della Sicilia ed ogni volta torno a ripetermi che non ne vale la pena perché, a costi inferiori, si sta molto meglio nelle isole della Grecia. Cordialmente. Antonio Masenello – Via Palermo 1 – 35142 Padova mastonio@alice.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog