Cerca

Lettere al Direttore

Le parolacce televisive

Su cosa deve fare il CDestra mi sono già espresso. lasciamo per un attimo questo problema per occuparci di un altro. Spero che adesso che il Parlamento Europeo è stato eletto,e i furori prostatovescicali di Beppe Grillo si sono,buon per noi più che per lui,assopiti (così auspica chi scrive) si potrà sapere dagli addetti se le ricorrenti parolacce,che nella maggior parte dei casi fanno riferimento all’apparato genitale degli individui,che sentiamo nei film o telefilm di produzione americana,sono pronunciati anche nella versione originale o sono opportunamente aggiunti dai traduttori nostrani perché l’italico utente televisivo “medio” azionerebbe subito il telecomando se non ne udisse almeno una decina ogni minuto e mezzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog