Cerca

Lettere al Direttore

Purtroppo non siamo siriani

buongiorno Direttore, ho 43 anni e sono di Milano vivo in strada (letteralmente) il comune non mi aiuta e mi lascia dormire in porta Venezia con mia figlia di 6 anni, io cerco lavoro ormai da 7 mesi sono laureato ma ovviamente disposto a tutti i lavori,mi sono rivolto anche alla segreteria dell assessore Majorino che mi ha dato una bella alternativa, "tu adesso sei in disgrazia lascia tua figlia in una casa famiglia e di tanto in tanto la visiti e per un aiuto economico ne riparliamo tra 60 giorni". Ho parlato con il Vs. giornalista Massimo Costa, che mi ha detto che mi avrebbe messo in contatto con qualcuno , ma purtroppo nessuna news, oramai siamo disperati. Forse io e mia figlia non siamo ne siriani ne eritrei e quindi dobbiamo solo morire di stenti. Le scrivo gratuitamente dalla Biblioteca Sormani di Milano. Grazie per il Suo prezioso tempo. Massimiliano Decio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ulanbator10

    09 Luglio 2014 - 14:02

    C'è solo un modo per risolvere velocemente la situazione. Ti fingi un musulmano che parla male italiano.Ti presenti in un centro Charitas dicendo che sei sfuggito ai controlli durante uno sbarco clandestino e che non hai documenti. Ti accoglieranno a braccia aperte.Avrai cibo e vestiti e ti daranno assistenza sanitaria ed anche una paghetta giornaliera per i tuoi bisogni extra. Loro incassano €30

    Report

    Rispondi

blog