Cerca

Lettere al Direttore

Sfogo

Qualche precisazione dopo il mio "incontro " con Renzi....... Da anni (dal 2009)la mia preoccupazione è" il problema lavoro".Ho organizzato convegni,ho coinvolto tutte le associazioni di categoria,ho organizzato giornate per insegnare a costruire un curriculum, perchè i Covatesi , non avendo mai avuto problemi di disoccupazione non sapevano come fare; ho coinvolto tutte le agenzie interinali,ho cercato di far capire che il mondo dell'edilizia era finito e che bisognava rivolgersi ad altri settori; ho chiesto aiuto al governo, alle banche ,alla regione, alla provincia; ho lottato contro lo sfruttamento degli operai (ancora oggi c'è qualche datore di lavoro che li dichiara in cassa integrazione ,o a zero ore ed invece li fa lavorare normalmente,oppure si fa restituire una parte dello stipendio in nero), contro i falsi Isee, contro chi, consapevolmente o inconsapevolmente non aveva correttamente pagato le tasse; contro gli abusi edilizi, contro la mentalità che tutto è permesso ,del" chi se ne frega della cosa pubblica " ....potrei continuare all'infinito. A tutti questi appelli ha risposto la regione , la provincia ,la parrocchia ed alcuni amici. Due mesi fa è nata la cooperativa al femminile per produrre ravioli e ho già pronto un progetto per aiutare gli uomini covatesi , a cui mancano pochi mesi o pochi anni , ad andare in pensione. E' tutto pronto ma mi mancano le risorse. Ma veniamo ai 68.000€ che ci sono stati assegnati: sono fondi per ristrutturare le scuole , ma non hanno specificato a quale nostro progetto si riferiscono , l'intervento deve essere appaltato entro ottobre (e siamo a fine luglio) ma la cosa più "carina" è che per il patto di stabilità non li possiamo utilizzare !!! quindi sono inutili in questo senso!! Non li posso utilizzare per i disoccupati perchè comunque sono solo per spese di investimento e non per spese correnti. Ecco perchè sono arrabbiata e con me tutti i sindaci nella mia condizione : solo marketing e propaganda ma pochi fatti concreti. E poi dirà : "il governo i soldi li ha dati sono i sindaci che sono incapaci". Siamo anche arrabbiati perchè ci costringono ad essere degli esattori: chi sa che 536.000€ dell ' imu (seconda casa e fabbricati industriali) raccolta a Castelcovati va direttamente a Roma? Chi sa che, i già pochi trasferimenti dallo stato centrale , a Castelcovati sono stati tagliati , quest'anno di circa 140.000€? Chi sa che il governo ci chiede di ospitare i clandestini e ha stanziato per ciascuno di questi 1000,00€ al mese e per i disoccupati di Castelcovati 0 €? E' per tutto questo , e per altro ancora ,che sono arrabbiata e credo sia stato poco corretto deridermi per i buoni spesa: so che non risolvono il problema ma aiutano qualche famiglia a sopravvivere . Certo se anche Renzi e qualche "Solone nostrano" devolvessero i loro stipendi , le famiglie che si potrebbero aiutare sarebbero moltissime!!!!!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog