Cerca

Lettere al Direttore

Abbiamo gli strumenti democratici per fermarli!

Ristoranti, telepass, frigoriferi, cambi gomme, provviste al supermercato, pernottamenti in alberghi di lusso, regali natalizi, cesti di vini e formaggi, mimose distribuite in quantità l'8 Marzo e un libro hot dal titolo: "Il segreto delle donne, viaggio al centro del piacere". Per questi "RIMBORSI SPESE" sono indagati in 47 nell’ambito della Regione Marche, 42 politici compreso il governatore. Uno di loro, di fronte a tali contestazioni, ha replicato che il consiglio regionale delle Marche e’ il più virtuoso d' Italia. Forse questo signore considera "azione virtuosa" l'acquisto di un libro pornografico a spese dei contribuenti. Altri hanno dichiarato che si ricandideranno perché si tratta di errori contabili o di interpretazioni sbagliate. INVECE SE NE DEVONO ANDATE TUTTI, INDIPENDENTEMENTE DALL’ESITO DELLE INDAGINI! PERCHE AL DI LA’ DI OGNI CONSIDERAZIONE, E’ INACCETTABILE CHE VENGANO MESSI A DISPOSIZIONE DEI GRUPPI CONSILIARI DELLA REGIONE MARCHE 360.000 EURO PER SPESE ASSURDE E PROVOCATORIE. I consiglieri hanno già in busta paga un rimborso personale e ciò è dimostrato dal fatto che su tale importo non pagano un euro di tasse. E allora perché altri fondi da sprecare allegramente! Tali rimborsi devono ESSERE ELIMINATI E BASTA! SENZA SE E SENZA MA! Vorrei per un momento andare con il pensiero ai cittadini che hanno dovuto versare i 360.000 euro destinati alle spese pazze della regione Marche, immaginare quali potrebbero essere i loro volti. Tra loro ci sono sicuramente anche imprenditori che sono stati costretti al fallimento dopo l'ennesima imposta pagata e che poi disperati e sfiduciati hanno posto fine ai loro giorni. Ci sono uomini e donne costretti a rinunciare al necessario per fornire a questi nostri arroganti "padroni" la possibilità di soddisfare i loro desideri sessuali, di viaggiare a sbafo e di distribuire disinvoltamente regali e fiori. Possiamo fermarli !! Abbiamo gli strumenti democratici per interrompere una nauseante e insostenibile occupazione delle istituzioni da parte di questa gente. La risposta è in mano a noi cittadini!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog