Cerca

Lettere al Direttore

Parliamo "ancora" di questi nobilissimi (!) sindacati.

I guru sindacalisti che difendono ( risibile !) i "lavoratori" Alitalia affermano che combattono per non dover accettare tagli o ricatti per il personale della Compagnia a favore dei "supermiliardari" arabi . Viene voglia di fare la domanda più ovvia che c'è : ma se gli arabi che a conti fatti hanno accertato un surplus di personale,come è possibile che Alitalia non si sia mai accorta di tale surplus che in alcuni anni si palesava evidente ? Forse perchè Alitalia sarà stata per anni mezzo di acquisizioni "di voti di scambio" per tutta la sequela di profittatori politici di ogni colore e dislocazione territoriale e "forse" con il consendo dei sindacati ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • puricellibruno

    29 Luglio 2014 - 12:12

    nel 2005 mi venne riportato da un ispettore di volo che nel CDM di Alitalia fu dato un seggio al figlio della Jervolino appena laureato in economia con uno stipendio di circa 60000 eu. Non male per un neo laureato!

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    28 Luglio 2014 - 20:08

    risposta ovvia e scontata già insita nella domanda.

    Report

    Rispondi

blog