Cerca

Lettere al Direttore

Il diritto al figlio non esiste

0
Signor Direttore la Regione Toscana ha deliberato, partendo già dal mese di agosto, la possibilità di offrire la fecondazione eterologa ai propri cittadini nei centri pubblici, privati e convenzionati. Fa effetto questo modo di parlare di un probabile "figlio". Probabile perchè le percentuali di successo della fecondazione exctracorporea sono molto basse, intorno al 18 / 20 per cento. Un'istituzione pubblica che, con denaro pubblico, offre di fecondare un gamete di una coppia con un gamete estraneo provvede così a dare il via libera al "diritto" al figlio. Ma non esiste affatto un "diritto" al figlio perchè il figlio non è una "cosa".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media