Cerca

Lettere al Direttore

la coscienza....

In questo tripudio di ignavi scopriamo che ogni tanto qualcuno non regge ......... Quando arriva a casa e tra sè e sè pensa a quello che ha fatto e a quello che ha detto,ecco allora a volte scatta il meccanismo "strano"chiamato COSCIENZA. Dono astratto ,non ben definito nel mondo medico,ma certo e intrinseco in ogni essere umano. Questo dono divide forse i "buoni" dai "cattivi", esalta il valore degli eroi o dei partigiani e denigra gli inetti,i servi,i poco di cuore.Farsi l'esame della coscienza costa molto.Considerati i tempi e gli artefici dei fatti che accadono quotidianamente,più di qualcuno dovrebbe prendere esempio da chi stanco, provato e schifato da mille compromessi,stacca la spina e si connette alla propria coscienza liberando finalmente la propria anima.Distinti saluti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • MarioMauro

    05 Agosto 2014 - 11:11

    La coscienza dei partigiani portata ad esempio ? Quindi una coscienza di parte, antifascista, politicamente corretta. Cioè la coscienza di massa degli italiani. Che sarà rispettabilissima, per carità, ma tutto tranne che una coscienza libera da condizionamenti. Una coscienza di massa condizionata a piangere solo per i palestinesi, tanto per fare un esempio attuale.

    Report

    Rispondi

blog