Cerca

Lettere al Direttore

l'indecenza non ha limiti

Caro Direttore, credo che ormai in Italia la decenza sia solo un lontano ricordo. Una ragazza di soli 20 anni, Giulia Latorre, figlia di uno dei due marò detenuti in India ha avuto l'onestà, il senso civico ed il coraggio di scrivere apertamente, anche se in modo un po' colorito, che paese siamo e quali sono gli interessi prioritari dei personaggi che occupano le alte cariche istituzionali, che subito si è scatenato il finimondo. Finimondo, non perchè i responsabili di tale incresciosa e vergognosa situazione, Capo dello Stato, Capi di Governo e vari ministri, ad eccezione di Terzi che si dimise perchè in disaccordo con la congrega del governo Monti, hanno chiesto pubblicamente scusa, ma perchè parte della sinistra ha inteso tale onesta esternazione un oltraggio al "democraticamente corretto". Al coro dei "democratici turbati" non poteva non partecipare quel certo don De Capitani, che si distinse, da buon prete, per gli attacchi a Berlusconi e che oggi, con faccia di bronzo, scrive alla ragazza rimproverandol per "la letteraccia" ove ha espresso "maledizioni ed eventuali denunce". Con massima spudoratezza scrive anche: " penso che tu sappia ciò che ha combinato tuo padre, non mi sembra che stesse per difendere la Patria Italiana", poi ancora " questa storia dei marò mi sta annoiando.." Ebbene, se si arriva a questo punto ove un prete si permette l'arbitrio di scrivere certe nefandezze, significa che siamo proprio quel "paese di m...a " che ha detto la signorina Giulia, alla quale va tutta la mia ammirazione. Cordialmente Leonardo Cecca

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flikdue

    04 Settembre 2014 - 12:12

    Ebbene sì, lo siamo !!!!!

    Report

    Rispondi

  • peronix

    04 Settembre 2014 - 07:07

    sono pienamente d'accordo e aggiungo che con questo politicamente corretto gli spazzini sono diventati operatori ecologici le puttane - escort .- Se passi con il rosso poverino sei daltonico.- se allaghi una scuola - poverini sono ragazzi.- Se parcheggi sulle strisce e davanti ai passi carrai - poverini non si sono parcheggi. ma che vadano tutti al diavolo.- IL PANE E IL PANE -IL VINO - IL VINO

    Report

    Rispondi

  • Royfree

    04 Settembre 2014 - 03:03

    Mi pare evidente che lo siamo.

    Report

    Rispondi

blog