Cerca

Lettere al Direttore

Nozze indiane e i nostri Marò

Si è dato grande risalto alle ormai prossime nozze dei due ricchissimi indiani che si terranno in Puglia nei prossimi giorni. Oltre ottocento invitati. Possibile che non si riesca a trovarne due o tre con qualche piccolissima sbavatura sui timbri dei passaporti, sufficiente a giustificarne il ritiro fino a quando non saranno tornati a casa i nostri? Sarà anche un mezzo rozzo, ma con chi si è dimostato tale nei confronti di due alti servitori del nostro Paese, potrebbe risultare assai utile. Dal momento che non sembrano di voler capire ed attuare le regole del vivere civile, allora tanto vale usare i loro stessi mezzi. I loro soldi attirano di sicuro gli interessi dei nostri politici pronti a prostrarsi dinanzi a futuri investimenti che potrebbero dare un pò di ossigeno alla nostra asfittica economia e che, finora, poco o nulla hanno fatto per i nostri due Marò. Cesare Brugiapaglia - Ferrara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • highlander5649

    09 Settembre 2014 - 20:08

    certo che sì matrimoni indiani sono una risorsa. specie se la sposa è miliardaria per un brevissimo periodo il pil della località della puglia salirà di qualche punto percentuale, politici e sindaci faranno a gara a farsi invitare per decantare i vantaggi ad investire in loco. mentre ai nostri sposi italiani la finanza invierà questionari fiscali a quello indiano manco per sogno

    Report

    Rispondi

blog