Cerca

Lettere al Direttore

articolo di sabato 13 di Ernesto Preatoni

Buongiorno, Sono un attento lettore di Libero e nell'art. Di sabato 13 a pag. 5 Preatoni scive che senza art. 18 ci sarà più lavoro; spesso Confindustria fa errori di valutazione di questo tipo perchè ossessionata da imprenditori che non sanno che per raggiungere il mercato globale ci vuole ben altro: investimenti su ricerca e sviluppo, finanziamenti a basso costo dalle banche, accorpamento con aziende simili per internazionalizzarsi, crescere e creare un supporto di vendita/acquisti in grado di competere, ecc, ecc. Il 95% delle aziende italiane non sono tenute a rispettare l'art. 18 in quanto piccole, quindi se fosse come quanto afferma il Sig. Preatoni questo 95% dovrebbe essere assatanato da voglia di assunzioni. In realtà è stato il gov. Monti ad iniziare la recessione bloccando con la tassazione sulla casa il settore trainante ed esclusivo in Europa, assieme al turismo, l'edilizia.le faccio un esempio:48mq di appartamento all'Elba: IMU 1550 +TARI 310 + TASI 156 =2016 euro senza spese condominiali e consumi. Questo è il vero problema, non il cuneo fiscale, l'art. 18 e l'irap, peraltro già diminuito. Se non si fa marcia indietro sulla tassazione suella casa, non ci sarà futuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog