Cerca

Lettere al Direttore

ART 18. LA RIFORMA

Esamino il profilo tecnico della riforma. Si parla, è noto, di licenziamenti individuali. I licenziamenti discriminatori erano (giustamente )dichiarati nulli e seguiti da reintegro. La riforma dispone il reintegro quindi tutto come prima. Licenziamenti economici : tecnicamente per “giustificato motivo soggettivo “ ( in pratica viene oggettivamente soppresso il posto di lavoro senza possibilità di adibire il lavoratore ad altre mansioni). In 40 anni di vigenza dello STATUTO i casi di reintegro penso siano inferiori allo 0,5%.Quindi qualsiasi riforma in effetti non riforma alcunché. Licenziamenti disciplinari:qui la riforma avrebbe potuto incidere significativamente ma essendo sottoposti a condizione sarà la giurisprudenza ( e quindi l’incertezza ) ad assurgere al ruolo di legge. Esattamente come oggi, la riforma non riforma. Discorso a parte per i licenziamente collettivi diversamente normati . Roberto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog