Cerca

Lettere al Direttore

Quelli che mi spettano,benedetti e..subito !

Se,invece di essere lavoratore “in quiescenza” io fossi ancora tra gli “attivi”,saluterei come benvenuto il TFR in busta paga,mese dopo mese. Sarebbero soldi miei,perché non prendermeli tutti,benedetti e subito ? E non mi fermerei lì. Vorrei,mese dopo mese,anche un dodicesimo della mia tredicesima (le altre “esime”come la 15.ma dei dipendenti d.Camera mi sono da sempre sconosciute). Poi starebbe a me consumare le palanche dovutemi,gozzovigliando più o meno,oppure “stiparmele” per quando,prima o durante la mia vecchiaia,ne abbisognerò soprattutto perché il SSN fa sempre più spesso cilecca. Perché delegare altri a farlo per me ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog