Cerca

Lettere al Direttore

Tasi: il comune sbaglia e il cittadino paga?

Sono un cittadino del comune di Castelfranco Pian di Scò (AR) come tanti, fidandomi delle indicazioni date dai funzionari del comune (mi sono rivolto circa 20 giorni fa all'ufficio ragioneria di Piandiscò') non ho pagato la prima rata della Tasi per l'abitazione principale rinviando il pagamento al 16 dicembre. Poi scopro che la scadenza era per tutti il 16 ottobre e che le informazioni date dal Comune erano sbagliate!!!! Oggi sono un cittadino moroso o evasore, ma soprattutto offeso da questo modo cialtronesco di gestire una amministrazione pubblica. Fatto l'errore, nessuno ne' il sindaco, ne' gli uffici, ha chiarito o precisato alcun che. Si dice che la sanzione per ritardato pagamento non si pagherà. Ma chi può garantirlo senza un atto ufficiale? Chi può stare tranquillo che il pagamento a dicembre e' regolare se le scadenze di legge erano altre? Vi sembra giusto che i cittadini debbano rispondere degli errori degli altri ed essere messi in difficoltà anche per pagare le tasse? In qualità di soggetti socialmente impegnati, confido in una vostra urgente iniziativa perché chi ha sbagliato risponda delle proprie azioni e venga garantito ai cittadini, che non hanno alcuna responsabilità nel ritardo del pagamento, che non ci saranno interessi di mora o brutte sorprese dietro l'angolo. Grazie per l'attenzione. Un cittadino indignato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog