Cerca

Lettere al Direttore

A proposito di riforme.

A proposito di riforme. (lettera già inviata a varie e-mail della Presidenza del Consiglio). Spett.le Governo della R.I., comprendo che la situazione generale nel nostro Paese da tempo è critica e che i vari Governi e tutta classe politica poco o nulla hanno fatto per porre rimedio a tale situazione. Anzi, la situazione è sempre più negativa, inarrestabile, e noi comuni cittadini (sempre più spremuti e insofferenti) tra le altre cose dobbiamo quotidianamente apprendere circa le sfacciate e impunite ruberie delle Caste. Sarebbe ora di far si che ci sia la certezza e severità della pena per i ladroni della cosa pubblica (e non solo). Ma come è possibile accettare che ex Ministri del Governo italiano abbiano rubato o che siano stati abbondantemente foraggiati con denaro pubblico, lo stesso dicasi quando accade per tutti i vertici dello Stato (G.d.F., FF.AA., Governatori di Regione e Consiglieri, etc.). A me Fabrizio Corona stava antipatico e credo abbia subito una giusta condanna per le sue malefatte. Ma se poi paragono la sua condanna a 7 anni per i reati tutto sommato veniali da lui commessi ai circa 2 anni che vari Ministri e Alti Dirigenti hanno patteggiato per aver commesso reati ben più gravi, allora non comprendo e non concordo più. Ma che Paese è mai questo dove solo i poveri bischeri vanno in galera? Secondo il mio modesto parere ad un Ministro o Governatore o Alto Dirigente dello Stato, quando beccato con le mani nel sacco, tra gli altri capi di imputazione previsti aggiungerei quello di Alto Tradimento: tutti questi signori hanno giurato sulla Costituzione ( e visto che non si possono più fucilare nella schiena, dovrebbero almeno essere condannati a oltre 40 anni di galera). Ma vi risulta o no che la responsabilità va dall’alto verso il basso? e se uno è al vertice ha la massima responsabilità e dovrebbe essere punito di conseguenza nel caso commetta reati avvalendosi della sua posizione e del suo potere. Altro che patteggiare, tenersi gran parte del malloppo e poi riciclarsi come se nulla fosse, alla faccia di noi bischeri. Distinti saluti, Angelo DONINI 11 novembre 2014 P.S.: apprendo, mentre scrivo, che al Comandante Lee Jun-seok del traghetto coreano affondato il 14 aprile u.s. è stato condannato a 36 anni di galera, dopo 7 mesi dalla tragedia. Proprio come da noi!!! Sia per i tempi che per la pena.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog