Cerca

Lettere al Direttore

La scadenza è oggi ma gia si vonosce il vincitore

Il governatore del Lazio Zingaretti non sapeva cosa rispondere al giornalista di Report che, domenica scorsa su Rai 3, gli chiedeva come fosse possibile che i nomi dei direttori generali da nominare fossero già noti prima che si concludessero le procedure di legge. Personalmente vorrei chiedere al Ministro Franceschini come sia possibile che - dopo l'entrata in vigore della nuova organizzazione del Mibact - il decreto dello stesso ministro, appena pubblicato a novembre, sul conferimento di incarichi di direttore generale, sia già disatteso in sede di prima applicazione. Il 9 dicembre il direttore generale per il cinema ha informato pubblicamente, ad inizio seduta, i componenti della Commissione per la cinematografia che lui ed il direttore generale per lo spettacolo erano stati confermati nei loro incarichi dal ministro. Peccato che la circolare n. 374, pubblicata sul sito del ministero, prevede come data di scadenza per la presentazione delle domande e dei curriculum l'11 dicembre. Il governatore Zingaretti e il ministro Franceschini possono nominare chi vogliono come direttore. Ma perché buttare soldi dei cittadini e lavoro dei dipendenti pubblico, con procedure che risultano essere una presa in giro? Finché verranno considerati normali comportamenti del genere, l'Italia rimarrà sempre il paese più corrotto d'Europa ma può aspirare a fare peggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog