Cerca

Lettere al Direttore

C'è speranza...

Il medico 44enne americano Ian Crozier,ammalatosi di Ebola in Sierra Leone mentre curava i pazienti colpiti da questa terribile malattia fu ricoverato in un ospedale ad Atlanta il 9 Settembre ove ha trascorso 40 giorni in condizioni “agonizzanti” (così si esprime il cronista del N.Y.Times). La sua identità era stata tenuta segreta per proteggere la privatezza dei familiari. Oggi,per la prima volta,egli ha aperto gli occhi e ha parlato. Anche il medico cubano Feliz Baez Sarria,colpito dal virus e curato a Ginevra,è guarito e ha lasciato la Svizzera diretto al suo Paese. Due belle notizie che spero con tutto il cuore siano viatico per un altro medico affetto dalla stessa malattia,l’italiano Fabrizio,e speranzoso conforto per i suoi familiari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog