Cerca

Lettere al Direttore

contratti di lavoro

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.Fin quì ci siamo, ma perchè esistono tanti contratti di lavoro? perchè alcuni dipendenti percepiscono la tredicesima, altri anche la quattordicesima e così via? perchè il muratore del ccnl edilizia artigiana deve percepire una retribuzione diversa da quello appartenente al ccnl edilizia media industria il quale a sua volta si differisce dal ccnl edilizia industria? Che cosa li differisce? Forse perchè dobbiamo mantenere tante sigle sindacali ? Forse sarebbe più logico avere un contratto unico ed ognuno "avrebbe diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog