Cerca

Lettere al Direttore

niente scorta ma carrello per la spesa

Caro Direttore, ormai sembra un ritornello che ogni tanto fa capolino per ricordarci quanto in basso è sceso il nostro paese ed il alcostume della classe dirigente: si è visto un parlamentare con la scorta fare la spesa, un ministrro usare voli di stato per farsi accompagnare a....etc, etc. Puntualmente il "grande intoccabile" interessato fa sapere che è tutto regolare secondo precisi dispositivi dell'Autorità competente. Orbene, da persona qualunque, mi chiedo se questa autorità competente cioè l'Ucis (Ufficio centrale interforze per la sicurezza) è nato da solo? Si da regole da solo? Se sbarella dando direttive balorde, è tutto regolare oppure c'è qualcuno che deve intervenire? In questo malandato paese, sull'orlo della miseria e con una spesa pubblica che invece di diminuire aumenta abbiamo migliaia di persone (carabinieri, polizia, guardia di Finanza e guardie carcerarie) impegante nella sicurezza dell'intoccabile e della sua abitazione, abbiamo migliaia di auto blindate per il suo trasporto e, spesso e volentieri, anche aeromobili della flotta di Stato e dell'Aeronautica; tutti tacciono, al massimo , quando presi in contropiede, con la faccia di bronzo, parlano rispetto del protocollo. Con questo sistema fanno venire in mente quando l'eurodeputato Napolitano soleva rispondere al suo segretario Martin:" ciò che è consentito dalla legge si può fare", ma un briciolo di moralirtà dovrebbe consigliare a costoro di vedere se la norma è opportuna e/o ancora necessaria, ma ciò significherebbe sminuire la loro visibilità e la loro tracotanza e così, nascondendosi dietro ad un norma, abbiamo servizi di sicurezza non solo per coloro "in servizio" ma ci sono anche le cosiddette "scorte eterne", ovvero quel tipo di protezione che non termina nonostante sia venuto meno, nel tempo, il motivo della tutela ( vds scorta alla figlia di Scalfaro). In compenso, mentre si sperpera per aumentare la tracotanza di coloro che siedono su poltrone dorate, le persone anziane hanno paura ad uscire di notte. Nell'augurare Buon Anno viene da dire a tutti gli "intoccabili" ." Forza date un tanto atteso segnale di democrazia e di serietà, rinunciate, riscrivendo le varie norme, a tutte le scorte ed usate i mezzi di servizio per lo stretto indispensabile e non per andare a casa propria ed in vacanza, girate per le città come le prsone comuni e vedrete che nessuno vi farà niente poichè siete anni luce lontano dai veri "grandi" e se al massimo riceverete qualche carciofata e/o vi sarà lanciato qualche cespo di lattuga fatevi furbi, portatevi dietro un carrello della spesa, così farete provviste gratis. Leonardo Cecca

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog