Cerca

Lettere al Direttore

Un che di "anticostituzionale" nelle procedure seguite per l'elezione del Capo dello Stato

A pensarci bene,secondo il mio modesto parere, la procedura seguita per la elezione del Presidente della Repubblica fa strame del dettato costituzionale. Possibile che a nessuno faccia specie, che nessun "sinistro" si stracci le vesti? .E così facendo, tra l' altro, si provocano risentimenti in altre forze politiche diverse dal partito di maggioranza relativa (sinistri). Agendo diversamente si sarebbe potuto essere più osservanti della Costituzione e si sarebbero evitati detti risentimenti. Ecco come. Il punto di partenza è che prevedendo la maggioranza qualificata nelle prime tre votazioni la Costituzione invita i partiti a mettersi il più possibile d'accordo. L'aver ordinato ai grandi elettori di votare scheda bianca , è un atto incostituzionale nel senso che va contro lo spirito di essa. Anche l'aver deciso di imporre un nome non condiviso è un provvedimento non in linea con detto spirito. I colloqui, le riunioni, le consultazioni pre voto avrebbero dovuto portare il partito di maggioranza a proporre un candidato ma forse meglio due o tre ...o più e rimettersi all' assemblea. D'altra parte ci si sbraccia nel volere le preferenze, nel difendere l'autonomia dei rappresentanti del polo e poi, nella realtà li si vuole "ligi" al volere del segretario di turno. Altra incoerenza del mondo politico! Se Renzi avesse proposto fin dalla prima votazione, per esempio, Mattarella, Imposimato, Casini, Feltri, Amato cosa sarebbe successo? Io non ho la palla di vetro ma certamente, posso pensare che alla prima votazione si sarebbe palesata già una tendenza dovuta alla massa di voti del Partito democratico verso Mattarella, mentre magari Amato sarebbe stato votato dai 100 e passa di Forza Italia e Casini da NCD, Feltri da FdI e Lega, Imposimato da 5 Stelle. Nella seconda votazione, la situazione poteva cambiare di poco con il PD deciso su Mattarella ...su cui anche SEL avrebbe virato ... Ma alla terza molto probabilmente sia FI sia NCD e forse anche altri avrebbero virato su Mattarella ....senza sentirsi offesi nel metodo, nell'arroganza , et cetera. Insomma: seguendo la Costituzione e non facendone strame l'elezione sarebbe stata più corretta, più ...nello spirito della costituzione appunto, che tutti dicono di rispettare ma poi ... Così come è andata invece si è trattato ancora una volta di uno strappo, di un atto contro qualcuno, di una furbata, di uno sgarbo al nemico di sempre Berlusconi, e certo non ha fatto bene al clima di concordia nazionale. Angelo Pacifici

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog