Cerca

Lettere al Direttore

Provvedete!

Un mio amico è fissato nella conizione che i carcerati stranieri debbano essere rimandati al loro paese d'origine. Si preoccupa per le spese che sostiene lo Stato italiano. La cosa mi può andare bene se lo stato che li accoglie li incarcera ma se non lo fa e costoro riprendeno un gommone e tornano in Italia la cosa non mi soddisfa. Noto che spesso i rei si scopre che sono recidivi e quindi resta un mistero perché siano a piede libero. Il mio amico lamenta le spese che deve sostenere anche lui per mantenere in carcere i delinquenti ma non pensa che da liberi possono sfondargli la porta e depredarlo di quello che ha in casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog