Cerca

Lettere al Direttore

Rettifica e precisazione, Severi-Correnti, cogestione

Con riferimento all’articolo pubblicato dal giornale “LIbero” in data 15/02/15, a firma del signor Gianluca Veneziani, gli studenti tutti dell’IIS “Severi-Correnti” invitano il suddetto quotidiano a rettificare le informazioni in esso contenute derivanti da una distorta e parziale rappresentazione dell’evento di cogestione, svoltosi nei giorni 11-12-13 c.m. all’interno della scuola, e si riservano ogni eventuale azione a tutela dell’immagine e della reputazione degli studenti, dei professori e dell’istituto stesso nonché di tutti gli intervenuti. Ad integrazione e precisazione si rappresenta che : all’evento hanno partecipato più di 40 docenti e relatori esterni per un totale di poco meno di 100 ore di cogestione; tutti gli eventi hanno visto una partecipazione importante e significativa di studenti; i docenti e relatori esterni intervenuti hanno rappresentato importanti istituzioni pubbliche e private del mondo accademico, delle professioni, dell’associazionismo e della politica; sono intervenuti tre docenti dell’Università Commerciale Luigi Bocconi, ( professori Davide Maspero, Fausto Panunzi, Stefano Baia Curioni), un docente del Politecnico di Milano (prof. Moreno Palmieri), un docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (prof. Paolo Branca), un docente dell’università LIUC Carlo Cattaneo (prof. Luca Mari), una giornalista del Corriere della Sera (Giusi Fasano), IFOM (prof. Giorgio Scita), un docente della Nuova Accademia delle Belle Arti (Daniele Ragno O Bisello), un esponente di Libera e coordinatore delle scuole di Milano (dott. Giuseppe Teri), 16 rappresentanti del mondo delle professioni (avv. Fabio Todarello, avv. Mirko Mazzali, lo scrittore Pap Khouma, scrittore e dottore Luigi Fassati, dott.ssa Stefania Piloni, ricercatrice universitaria Gaia Giambastiani, l’autore del libro “Spade” Giovanni Gastel, la regista Lucrezia Maniscotti, l’insegnante di tango Tamara Blanco, l’avv. Barbara Sala, il Direttore Marketing di Philips Andrea Cattani, il ricercatore chimico Luca Raveglia ed il dirigente prodotti innovativi Banca Intesa Maurizio Cimato, il Sindaco di Cornaredo Yuri Sant’Agostino, Don Paolo Steffano, l’ex giornalista e fondatore di UBM Roberto Peia), due magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano (dott.ssa Annamaria Gatto e dott. Maurizio Romanelli), l’Associazione “cuore e parole”, MIA, Liberamente, Emergency, Handicap su la testa, Centro Sociale Cantiere, UAAR, Sunugal, Arcigay, Quelli di Grock, membri di un GAS, ESN. Si fa in oltre presente che le informazioni divulgate riguardanti alcuni seminari risultano errate e superficiali, in particolare: La lezione su “Storia della canapa” non ha in alcun modo fornito dati ed insegnamenti riguardanti la coltivazione della suddetta pianta ma, anzi, sono stati affrontati vari aspetti: industriale (enorme impiego nel primo '900), religioso, medico (testimonianze video di persone in cura), legislativo (nel mondo, in Italia), approfondimenti, analisi e dibattito sulla Fini-Giovanardi. La cogestione non aveva nessun orientamento politico, la presenza del Sindaco Pisapia, in rappresentanza della Città di Milano, dell’avv. Mazzali, che è intervenuto sui temi del G8, di rappresentati del Centro Sociale Cantiere, sono stati momenti dell’evento come tutti gli altri privi di uno specifico significato politico identificabile nella cogestione; Gli studenti, i docenti e la scuola non hanno inoltre alcun tipo di legame con i movimenti di protesta da voi citati come “NoExpo”; l’intervento di Gruppo Scuola Arcigay, sulle famiglie arcobaleno e sui diritti degli omosessuali che sono temi di attualità da affrontare con pluralità d’idee e consapevolezza culturale è stato inserito nell’evento con la stessa logica di tutti gli altri interventi; La cogestione, dunque, è stata un evento caratterizzato da pluralismo di idee e di rappresentatività con una partecipazione attiva ed attenta di tutti gli studenti e docenti. Il vostro articolo non ha dunque correttamente informato,e rappresenta un esempio di “cattiva” e non documentata informazione. La cogestione è formalmente una “rimodulazione dell’attività scolastica” e non un’interruzione, essa deve essere inoltre approvata dal Collegio Docenti oltre che dal CdI, l’approvazione non è quindi unicamente del Dirigente Scolastico ma essa avviene tramite tutti gli organi collegiali scolastici. Ancora più grave dei contenuti è il titolo dell’articolo, che richiama proteste dei residenti e modelli (rave party) di eventi non solo mai avvenuti ma sconosciuti agli studenti “per bene” di un istituto di istruzione cittadino. L’evento finale della cogestione, la festa degli studenti, è stato un evento autorizzato (autorizzazione della Questura di Milano), pacifico, che ha rispettato le prescrizioni dell’autorizzazione concessa, dalle ore 20:00 alle ore 24:00 del giorno 13 c.m. Recando un disturbo tollerabile al quartiere e presidiato e moderatamente controllato dalla Polizia Locale. Durante le tre giornate di cogestione non si sono verificati atti di danneggiamento, di vandalismo né forme di bullismo. Siamo disponibili ad un incontro per consentirvi di conoscere gli studenti organizzatori e docenti e permettervi di fare una cronaca non faziosa e “vera”. Gli studenti dell'IIS "Severi-Correnti"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog