Cerca

Lettere al Direttore

RAI 3 FAZIOSA

Egregio Direttore Esiste un modo semplice per manipolare l’opinione pubblica e plagiarla a proprio favore: si chiama disinformazione. In questo la televisione è maestra, come nel caso di Rai 3 che è arrivata al punto di raccontare il falso sull’ultima tragedia nel Canale del Sicilia, con 29 immigrati morti assiderati e altri dispersi. Non si capisce perché se centinaia di immigrati si mettono in mare con onde alte 8 metri e affondano a 10 miglia dalla Libia il Tg 3 parla di “tragedia al Largo di Lampedusa” e ne attribuisce la responsabilità all’Europa e all’Italia. Se non erro la geografia non è un’opinione e le acque non erano italiane ma libiche! Se non erro non è da persone prudenti affrontare il mare in quelle condizioni. Infine il servizio dava la colpa ( la responsabilità è sempre degli altri…) alla fine dell‘operazione “Mare nostrum” che aveva evitato simili tragedia in passato. Anche qui si afferma il falso perché posizionando, a spese del contribuente, le navi italiane al largo dalla Libia, si erano incoraggiate le partenze, infatti proprio nel 2014 c’è stato il record di morti ( 3000) e di naufragi. Purtroppo, raccontare falsità al fine di manipolare i cervelli delle persone cambia la storia e la cambia sempre a favore di chi le scrive. Mi chiedo a questo punto se quelli che non pagano il canone siano evasori o forse facciano solo del bene vista la qualità dell’informazione diffusa dal Tg3. Distinti saluti Filippo T-

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flikdue

    19 Febbraio 2015 - 04:04

    La manipolazione e la mistificazione della verità è sempre stata una specialità della sinistra comunista ex, post o vetero che sia, se poi oggi aggiungiamo l'ipocrisia ex democristiana ne risulta un connubio micidiale per la verità.

    Report

    Rispondi

blog