Cerca

Lettere al Direttore

I miei auguri particolari a Giorgio Napolitano.

Rileggendo un Editoriale di giorni fa di Vittorio Feltri sul Giornale,mi viene spontaneo augurare con tutto il cuore al Presidente emerito Giorgio Napolitano di vivere fino ameno fino a centodieci anni. Non tanto per la mia innata indole cristiana ma soprattutto perché questo personaggio abbisogna di molto tempo per pentirsi. Già accadde quando,anche se non proprio platealmente,dovette ripudiare il comunismo,ora di stagioni ne necessita parecchie per maturare e ravvedersi di aver spesso dato torto a Berlusconi. In particolare quando lo costrinse a fare la “belinata” di concedere le basi aeree per bombardare la Libia di Gheddafi e così favorire,oltre all’impalata del dittatore,il parto della cosiddetta primavera araba in quella zona dell’Africa e la successiva prevedibile prolificazione di estremisti che oggi spasimano per visitare Piazza San Pietro,certamente non per pregare il nostro Dio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog