Cerca

Lettere al Direttore

Change la dame, la quadriglia italiana

Change la dame, la quadriglia italiana. A chi è familiare il ballo della quadriglia non può non venire a mente la politica italiana, con i suoi repentini scambi di ruoli, di partner e di scene. C’erano una volta fascisti e comunisti, i primi nostalgici della dittatura di Mussolini e i secondi di quella di Stalin; al centro la Democrazia Cristiana che ha campato cinquanta anni grazie alla paura per i due estremismi. Oggi c’è il dispotismo di Matteo Twitter de’ Medici che i gugi guelfi accusano di congiurare contro la democrazia, poi il cesarismo di di Giulio Cesare Berlusconi che invia nelle Puglie il fidato console Vitalicus per annientare le indigene tribù fittiane, manco fossero mafiosi da affidare alle cure del prefetto Mori. Nell’altro grande partito, il M5s, taci che il Grillo ti ascolta. Guarda un pò tu che gli unici partiti dove si respira un pò di democrazia sono i postcomunisti di Sel e i postfascisti dei Fratelli d’Italia. Riformate le coppie, la quadriglia continua!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog