Cerca

Lettere al Direttore

a proposito di scuse

egregio direttore belpietro, le scuse dei magistrati non servono a niente dato che hanno fatto cadere l'ultimo premier eletto dal popolo, silvio berlusconi, e in quanto a scuse oggi è proprio la nostra parte politica a dovercele fare, in quanto hanno chinato la testa davanti a monti prima, letta e renzi dopo, con il risultato che i nostri risparmi investiti causa tasse al 26% e bollo rendono la metà e i nostri mattoni sono tassati del 250% in più e, senza esenzioni come ad esempio esenzione per case date in comodato ai familiari (un favore ai notai). oggi, con la riforma del catasto in corso, ho come tutti i piccoli proprietari i brividi: è chiederle troppo fare articoli approfonditi in merito? che significa leggere che qualcuno ci perde e altri ci guadagnano quando il principale riferimento che prendono è il valore transato nella compravendita? quando mai il valore catastale è maggiore? di minore troverà quelli rilevati nelle aste! non scherziamo,,,qua già ci raggirano moltiplicando a piacere i valori nei rogiti ( mi chiedo come mai nessuna associazione ha mai pensato di fare ricorso in merito al tar, dato che la costituzione cita no referendum in materia finanza, mica no tar (vedi ultima sentenza balneari=tema finanziaria 2007 praticamente ribaltata) ! ma evidentemente chi può fare opposizione teme per la sua pensione,,,e preferisce vederci alla fame) e ancora siamo in mano a consigli comunali che deliberano aliquote e agevolazioni anch'essi a piacere, finendo poi nella follia della burocrazia che tassa i terreni agricoli di chi non è agricoltore sulla base dell'altezza della casa comunale del comune in questione. è tutto sballato, dall'assenza del rapporto di questa imposizione al reddito alla progressività (mentre spendiamo cifre folli per accogliere, anzi raccogliere, chiunque attraversa il mare e non solo) legata al numero di immobili posseduti ( io ne ho due,,,e pago la stessa aliquota di un fondo che ne ha migliaia...ma siamo matti?) fino al fatto che senza rendita da locazione qualunque bene immobiliare è già un costo per il suo mantenimento. non dimenticando che il tetto della prima casa, in qualunque caso, è a rischio con codesta logica impositiva, aggiungo che da pecoroni quale siamo diventati ci pieghiamo pure all'arduo calcolo per effettuare le solite file agli sportelli di pagamento: ma non doveva renzi inviarceli? Grazie per l'attenzione, da un signore che ha già svenduto a fiumicino un immobile 2a casa, causa folli tasse (616 euro con ici, 1480 con imu e 1520 con renzi e tasi al minimo,,alla faccia che non aumentava) e ora teme un'altra mazzata che non potrò sostenere, nè io nè i miei figli anch'essi proprietari di prima casa. cordiali saluti e buon lavoro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Meneghino

    13 Marzo 2015 - 04:04

    Che i nostri legislatori,governanti,capi delle istituzioni,in generale i cosiddetti appartenenti alla congrega della casta,siano prevalentemente degli imbecilli o in alternativa dei delinquenti,lo sappiamo tutti.Quello che mi chiedo è,ma in definitiva,il popolo italiano è ancora più imbecille, più vigliacco,più delinquente di questi visto che tollera tutte le loro malefatte senza mai reagire?

    Report

    Rispondi

blog