Cerca

Lettere al Direttore

Immigrazione fuori controllo

Imporre per forza di farci piacere gli immigrati e la loro integrazione è da dittatori. L'Italia mi ricorda la vecchia Unione Sovietica. Alcuni media, in principal modo, la Rai si permettono ogni giorno di fare sporca propaganda sull'immigrazione. Media sodomizzati politicamente promuovono ogni giorno l'immigrazione, difendono e danno voce a questi immigrati che nei centri di accoglimento si permettono di protestare con cartelli dove c'è scritto: “Italiani siete dei mafiosi” e sputano sul piatto dove mangiano. Prima vengono fatti entrare in Italia poi la gente piange in televisione dopo aver subito reati di tutti i generi da parte di questi degenerati. Io che sono un disoccupato adulto di lunga durata non vengo citato da nessun media. Pensionati e disoccupati italiani alla fame senza un futuro mentre agli immigrati li si dà tutto 1.000 euro al mese ovvero 35 euro al giorno compresi progetti di inserimento lavorativo, internet gratuito e pensioni. Li si vede anche con gli I-pod e smart-fone. Caro Renzi, chi sono i veri razzisti noi italiani o questa politica? Perchè l'Italia non si comporta come l'Europa dove in certi Paesi come la Germania questi immigrati non vengono fatti nemmeno entrare. Ci siamo prima noi italiani, ci siamo prima noi disoccupati italiani e noi non siamo dei razzisti caso mai siamo passati in secondo piano rispetto agli immigrati e siamo abbandonati dalle Istituzioni mentre agli immigrati è concesso tutto. Patrizio Indoni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    15 Marzo 2015 - 16:04

    Parole sante. Ma proprio perché tali, resteranno inascoltate. Noi italioti continuiamo a votare Renzi e quindi ce lo meritiamo, insieme ad una politica immigratoria a dir poco demenziale !

    Report

    Rispondi

    • PatrizioIndoni

      16 Marzo 2015 - 15:03

      Io Renzi non l'ho votato. Sono dal 2009 che non voto nessuno. Sono gli italiani ignoranti che continuano a votare.

      Report

      Rispondi

blog