Cerca

Lettere al Direttore

Per ristabilire l'onore alle persone

Venerdì 3 aprile ho seguito il programma di rai3 D-DAY dove ospite c'era Dario Fo che testimoniava la sua storia dopo la caduta del fascismo.Lui ha detto che, come tanti altri, è stato "truffato" ed ha scelto di vestire la divisa di repubblichino di Salò.Mio padre invece,sfortunato,non è stato truffato,ed ha scelto di non indossare la divisa ed è stato deportato nei campi di lavoro nazisti.Merito che gli è stato riconosciuto il 2/6/2011 dallo Stato Italiano.Solo per ristabilire il giusto onore alle persone:chi è stato truffato,chi è stato furbo,ma sopratutto chi è stato un Uomo? Per mio padre....Marco Bartolini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paco1492

    12 Aprile 2015 - 13:01

    dario fo' come tanti altri cialtroni pensa di poter raccontare fesserie chi non ha voluto indossare la divisa ne ha pagato le conseguenze i cialtroni fatto carriera

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    07 Aprile 2015 - 10:10

    Dario Fo è: 1) un artista; 2) un furbo di tre cotte. Teniamoceli tutti e 2, con senso critico. PS: almeno, pare, non dice più di essere stato un partigiano infiltrato.

    Report

    Rispondi

blog