Cerca

Lettere al Direttore

Italicum è legge una porcata senza ritegno ..........

Renzi esulta perché l'impegno è stato mantenuto. Bravo, ma l'impegno con chi visto che non si è mai presentato all'elettorato italiano? La nuova legge elettorale non mi risulta fosse nemmeno nel programma di governo che Renzi illustrò un anno fa per ottenere la fiducia. E questo per il semplice motivo che un tema del genere è di appannaggio parlamentare e non di governo. Ma nel nostro paese ormai qualsiasi regola democratica è diventata carta straccia e nulla di buono si profila all'orizzonte.Art. 1, lettera f) ("Elezione della Camera dei Deputati"): "sono attribuiti comunque 340 seggi alla lista che ottiene, su base nazionale, almeno il 40 per cento dei voti validi".Testo della Proposta di Legge Niente e nessuno può escludere che due liste ottengano il 40% dei voti validi, ancor più che dichiarano di voler andare verso il bipartitismo. In questo caso secondo la lettera f) dell'art. 1 dovrebbero prendere entrambe 340 seggi (in totale minimo 680), in un sistema costituzionale dove i seggi della Camera sono 630. Questo rende............ PALESEMENTE incostituzionale una norma così scritta.Mattarella come può avere il coraggio di firmare una legge elettorale voluta solo da una parte della maggioranza con le opposizioni fuori dall'aula? E' chiaro che alle prossime elezioni quello che una volta si chiamava coalizione diventerà lista unica. Poi una volta eletti e conquistati i seggi ognuno inizierà a rifondare i propri partitini d'origine.Oggi l'unico partito con un consenso superiore al 30% è il PD, poi c'è il M5S che naviga sopra il 20%, Questo significa che circa il 50% dell'elettorato può convergere su qualche listone imbastito per battere i due partiti citati. Se i politici non capissero che è l'unica soluzione imposta dall'Italicum sarebbero sciocchi e condannati a ruoli di secondo piano cosa indigesta alle tante prime donne della nostra politica. Ne vedremo delle belle.Oggi se definitivamente sbriciolata la sovranità popolare con questa legge elettorale, fatta da un tizio non votato da nessuno, portata in parlamento e forzatamente fatta votare con il meccanismo della fiducia al governo che garantisce governabilità, senza sapere a CHI, senza poter scegliere con CHI, e soprattutto che da il potere a questi ignoti personaggi futuri di poter cambiare tutta l'ossatura democratica senza nessun ostacolo. E' proprio vero, i popoli hanno i governi che si meritano, e noi italiani senza dittatore non sappiamo stare. Domenico Marigliano Blogger

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400