Cerca

Lettere al Direttore

Informazione servilismo e arrivismo

Renzi ha rivendicato l’aspirazione a avere un sindacato unico (il suo). Probabilmente pensa anche come sarebbe bello avere anche un solo giornale e un solo telegiornale (sempre suoi). Credo che per questi nuovi organi di informazione abbia in mente due persone particolarmente meritevoli nell’universo renziano: Mario Calabresi, attuale direttore della “Stampa”, per il Giornalone, e Monica Maggioni direttrice di “Rainews24” per il Telegiornalone. Seguo in macchina la rassegna stampa di radio radicale e resto ammirato di come le notizie sfavorevoli a Renzi anche per un giornale governativo come Repubblica, diventino sulle pagine della Stampa dei concerti di musica celestiale per le orecchie del premier. Immagino la fatiche del comitato di redazione, con la supervisione di Calabresi, per trovare le sfumature giuste per tramutare in un affresco Tiepoliano le notizie sulla disoccupazione o sul PIL zero virgola. La direttora Mggioni ha trasformato, negli ultimi giorni di campagna elettorale, RAInews24 nell’ufficio stampa del governo, pieno di notiziari infarciti di interviste al governo tutto sulle magnifiche sorti dell’Italia di Renzi, che neanche sant’Agostino sarebbe stato capace di immaginare nella “Città di Dio”. Dulcis in fundo sabato mattina finalmente la notizia più importante: l’Italia è fuori dalla “recessione” ma anche dalla pericolosissima “deflazione”. Grande giubilo anche di Paoan intervistato . Alla chetichella, quasi sottovoce qualche annunciatore sovversivo così spiegava: ”l’aumento dei prezzi è dovuto all’aumento dei carburanti e all’aumento delle tariffe dei servizi e che i consumi delle famiglie erano calati”. Non un’inflazione sana da aumento dei consumi, ma da un aumento delle tariffe. Spero tanto che questo giornalista sovversivo venga messo a fare le pulizie nei gabinetti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog