Cerca

Lettere al Direttore

Cari politicanti

Egregio direttore, avrei la voglia di fare un partito. Un partito dove si siedono politici eletti dai cittadini e che se cambiano bandiera vanno a casa. Un partito che se ha la maggioranza di governo governa dalla A alla Z, consulta costituzionale compresa. Un partito dove i politici che verranno eletti, devono firmare un certificato di buona condotta, senza mazzette, tangenti, raccomandazioni per parenti e amici. Un partito che azzerri tutte quelle società conpartecipate dove vengono sperperati tutti i denari dei cittadini. Un partito fatto di gente onesta e non da mestieranti. Un partito che sia espressione del luogo e non di personaggi calati con la fune dalle nuvole. Un partito dove siedono persone che per 4 anni fanno questo e non anche altro, senza altri compensi (Vivere con 14/15 mila Euro al mese, mi pare molto soddisfacente, ditelo a mia suocera che vive con 550 euro al mese). Un partito che sia particolarmente attento alle esigenze del momento, lavoro, migranti, tasse ect ect. Due righe le spreco per i politici attuali; ma se fino adesso avete prosiugato i conti dei poveri cristi, in tasse, balzelli e quant'altro, come mai i conti vostri sono sempre positivi, il debito pubblico aumenta e per uscirne da questa crisi economica ci vorranno ancora 10 anni ? Egregio direttore, alla fine di questa lettera ho capito che non riuscirò mai a fare un partito, ma lasciami almeno sognare, non mi costa niente, resterà solo tanto rammarico per non trovare chi lo fà per Noi. Distinti saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog