Cerca

Lettere al Direttore

La Speranza della Grecia

Gentile Direttore Belpietro, Ricordo quando scrissi, a Gennaio, nella mia pagina personale di Facebook: «Il paradosso di un liberale come me che guarda con speranza la vittoria di partiti estremisti per liberarci dall’Euro e/o da questa cattiva politica Europea» [Il 26 Gennaio 2015] adesso dico: «Gli occhi e i riflettori sono puntati sulla Grecia, è una partita a scacchi, qual è sarà la prossima mossa della Troika adesso? Comprenderà il risultato del referendum? Comunque sia il popolo greco ha fatto scacco – ricordando il film di Bergman - alla morte. La politica finanziaria delle banche ha da oggi un nemico, si chiama democrazia, assume il dolce suono di ritornare a una economia reale, di ricordare il ritorno al dibattito politico creato agli albori – neanche a dirlo – della polis. Giorni scorsi, in un dialogo ecumenico ho ribadito che la sconfitta dell’Europa, non è solo economica e politica, ma anche culturale, perché il mancato richiamo alle radici cristiane, giudaiche, greche e romane è stato il frutto di questo sistema corrotto. L’Italia ha perso da tempo le sue radici del glorioso impero romano, la Grecia ieri 05 Luglio 2015 ha ricordato i suoi avi, la sua ricca cultura, quella fonte di ispirazione filosofica e scientifica che da Talete e Anassimandro passa per Platone e Aristotele, miei compagni di viaggio che hanno deciso di contrastare l’imperativo categorico tedesco. Lunga vita alla Grecia» Cordiali saluti Lino Arenare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog