Cerca

Lettere al Direttore

La Speranza della Grecia

0
Gentile Direttore Belpietro, Ricordo quando scrissi, a Gennaio, nella mia pagina personale di Facebook: «Il paradosso di un liberale come me che guarda con speranza la vittoria di partiti estremisti per liberarci dall’Euro e/o da questa cattiva politica Europea» [Il 26 Gennaio 2015] adesso dico: «Gli occhi e i riflettori sono puntati sulla Grecia, è una partita a scacchi, qual è sarà la prossima mossa della Troika adesso? Comprenderà il risultato del referendum? Comunque sia il popolo greco ha fatto scacco – ricordando il film di Bergman - alla morte. La politica finanziaria delle banche ha da oggi un nemico, si chiama democrazia, assume il dolce suono di ritornare a una economia reale, di ricordare il ritorno al dibattito politico creato agli albori – neanche a dirlo – della polis. Giorni scorsi, in un dialogo ecumenico ho ribadito che la sconfitta dell’Europa, non è solo economica e politica, ma anche culturale, perché il mancato richiamo alle radici cristiane, giudaiche, greche e romane è stato il frutto di questo sistema corrotto. L’Italia ha perso da tempo le sue radici del glorioso impero romano, la Grecia ieri 05 Luglio 2015 ha ricordato i suoi avi, la sua ricca cultura, quella fonte di ispirazione filosofica e scientifica che da Talete e Anassimandro passa per Platone e Aristotele, miei compagni di viaggio che hanno deciso di contrastare l’imperativo categorico tedesco. Lunga vita alla Grecia» Cordiali saluti Lino Arenare

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media