Cerca

Lettere al Direttore

Fascination

Fascination. Il direttore De Tomaso (Gazzetta 4/8) rileva come il “principe fiorentino” non abbia saputo cogliere l’attimo fuggente per andare alle elezioni. Saputo o voluto? E’ tale, talvolta, lo stato psicologico di fascinazione del potere che non lo si vuole mollare, o mettere a rischio, nemmeno per un attimo e, intendiamoci bene, quando parliamo di potere non parliamo di poltrone nella loro accezione di catalizzatori di affari, ma di potere per il potere, della sua fascinazione sulla psicologia umana, come mirabilmente hanno raccontato Dostoeivskij e Tolstoij, Goethe e Zola. Quella fascinazione del potere che lega il sindaco di Roma alla sua carica nonostante critiche ed ingiurie anche volgari e nonostante l’alternativa di una splendida e consolidata carriera scientifica. Il potere va conservato a tutti i costi, adottando decisioni che possono diventarne una polizza assicurativa ed evitando quelle che potrebbero rivelarsi bomba ad orologeria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog