Cerca

Lettere al Direttore

Grazie Amnesty sono legittimato ad avere il diritto d’Asilo

Egregio Direttore Belpietro, Oriana Fallaci ci spinge ad avere il buon gusto di odiare l’Islam, è nel nostro diritto, ma siamo sulla soglia di una guerra persa. L’Austria e la Germania aprono le frontiere, Obama regala all’Iran l’accordo più bizzarro della storia mettendo in serio pericolo l’ultimo avamposto occidentale, vale a dire Israele e di conseguenza tutti noi, ma soprattutto – parlando del nostrano – ho ricevuto nella mia pagina Facebook un invito a partecipare “Alla Marcia delle donne e uomini scalzi”. Un’iniziativa di Amnesty da compiere in tutte le città a favore del sostegno agli immigrati, molti artisti hanno dato il loro consenso a questa protesta che deve essere fatta a piedi nudi, l’obiettivo della manifestazione è garantire corsie preferenziali agli immigrati. Mi limito a citare un pezzetto del comunicato: “E’ l’inizio di un percorso di cambiamento che chiede a tutti gli uomini e le donne del mondo globale di capire che non è in alcun modo accettabile fermare e respingere chi è vittima di ingiustizie militari, religiose o economiche che siano. Non è pensabile fermare e respingere chi scappa dalle ingiustizie, al contrario aiutarli significa lottare contro quelle ingiustizie” … ecc. il comunicato dell’invito continua più o meno con lo stesso leitmotiv. Confesso che Amnesty con queste sue lucide motivazioni mi ha fornito un valido motivo per chiedere diritto d’Asilo in – per esempio – Australia. Subisco una crisi economica europea da decenni, sono sull’orlo del suicidio; sono vittima di un’ingiustizia: il mio voto è stato sostituito con un colpo di stato; sono perseguitato religiosamente, la domenica mattina devo subirmi le campane che suonano, sono quelle della Chiesa di Papa Francesco che elargisce crocifissi con falce e martello e regala encicliche ambientaliste. Sono colpito dalle ingiustizie militari perché sono bombardato continuamente da mass media che forniscono sensi di colpa e pietismo; sono stato circondato da docenti/militari che sparavano argomenti al servizio dell’Internazionale comunista, gli stessi mi dicono – oggi – di non essere capace di leggere il dolce cambiamento storico, un evento che darà libertà a tutti. Ho proprio tutte le carte in regola per chiedere Asilo Politico, se potete aiutarmi con qualche donazione vi sarei grato, non vorrei indebitarmi con qualche scafista trafficante di schiavi. Spero volgiate accogliere il mio appello … Grazie! Cordialmente, dr. Lino Arenare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog