Cerca

Lettere al Direttore

Migranti e altro

Il dramma dei migranti scuote la nostra coscienza e suscita in ognuno di noi sentimenti di solidarietà per il dramma umano . È necessario che in Europa si faccia di tutto per dare una soluzione . Ma il problema non è contingente e si protrarrà nel tempo . Se analizziamo gli eventi da una prospettiva storica ci renderemo conto che è in atto una destabilizzazione dell'area europea , nell' immediato con le divisioni che si stanno verificando e che si accentueranno sempre più tra stati membri tenuti insieme dal collante labile dell'economia e negli anni a venire con i sovvertimenti etnici , religiosi , sociali e per conseguenza politici di tutta la zona . Basta pensare alla crescita demografica degli europei rispetto alle etnie dei migranti all' incidenza della religione musulmana tra essi e alle tradizioni di organizzazione sociale . Tra una decina di anni o forse meno gli Europei con la loro storia con le loro tradizioni con i loro usi e costumi potrebbero essere una minoranza sempre che non siano prima scomparsi. E' come se tutto fosse frutto di una strategia . Una Europa forte potrebbe dare fastidio a qualcuno . Mantenere lo stato di guerra in Siria e in altri scenari causa la produzione dei profughi ,e gli argini rappresentati dalla Libia , dalla Turchia e dagli altri stati di mezzo per motivi diversi non reggono più . Forse è tutto frutto della evoluzione della storia dei popoli . I grandi esodi hanno sempre comportato grandi cambiamenti , ma ciò avviene solo nell'area europea non in quella orientale ne' in quella americana e questo dà da pensare . Non sono un tecnico e non so chi possa essere dietro a tutto questo , constato e temo da osservatore che i popoli della vecchia Europa che prima si distinguevano per le diversità , segno di ricchezza culturale in futuro forse non esisteranno più , probabilmente vi sarà solo una massa uniforme di individui con moduli comportamentali uniformi governati da un sistema che li ridurrà a numeri . Sarà un bene ? Sarà un male ? Nessuno può ora dirlo . Ma se tutto questo si avverasse , e spero che ciò non avvenga ,dovremmo trovare il modo di dare ai nostri figli degli strumenti culturali che li possano affrancare dal giogo del sistema .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giuly42

    18 Settembre 2015 - 18:06

    Si, certo, è in atto una destabilizzazione dell'area europea e non è insensato pensare che tutto questo sia il frutto di una strategia

    Report

    Rispondi

blog