Cerca

Lettere al Direttore

Monumento Artistico Nazionale in Pericolo

Cari Giornalisti di Il Libero, ho una storia che spero vi possa interessare. In Toscana, proprio alle porte di Firenze, c'è un monumento unico nel suo genere, sto parlando del Castello di Sammezzano. Quasi nessuno al mondo lo sa, ma si tratta del più importante esempio di arte orientalista ed eclettica presente in Italia ed uno dei più prestigiosi edifici d’Europa realizzati in stile moresco. Un meraviglioso scrigno di 300 stanze ricche di misteri e simboli esoterici di estrema bellezza che lo rendono unico nel suo genere. Durante quest'ultimo secolo è stato però caratterizzato da una storia assai travagliata: già durante la seconda guerra mondiale i nazisti lo razziarono rubando statue e fontane e deturpando i meravigliosi ornamenti. Negli anni 50 il castello venne trasformato in un hotel di lusso, che però fallì nel 1990. Poi, dopo un periodo di chiusura ed abbandono, nel 1999 venne acquistato all'asta da una società italo-inglese con l’obbiettivo di farne un resort di lusso. E invece anche gli ultimi anni sono stati segnati dall'abbandono e dalla chiusura del castello. Solamente grazie ad un gruppo di volontari il castello è stato reso accessibile a quei pochi fortunati che sono riusciti a partecipare alle rare visite e che per farlo sono accorsi da tutta Europa. Purtroppo quindi, nonostante il suo impareggiabile valore artistico e storico, il Castello di Sammezzano continua ad essere un luogo “Invisibile”, un monumento sconosciuto al mondo intero che, a discapito della sua unicità, nell'ultimo trentennio è rimasto in stato di abbandono e trascuratezza. Una classica vergogna all'italiana. Qualche giorno fa ho però letto sul Corriere della Sera (http://www.corriere.it/foto-gallery/cronache/15_settembre_11/castello-sammezzano-asta-firenze-b8a06c2e-588b-11e5-97b5-ec76035ce2cf.shtml) che, in seguito al fallimento della società che ne è proprietaria, il Castello sarebbe stato messo all'asta il prossimo 20 ottobre. Quando ho letto tale articolo ho pensato subito che sarebbe stato giusto tentare di fare qualcosa. Ho quindi avviato una raccolta fondi su “Kickstarter”, il più noto sito web di crowdfunding al mondo, con lo scopo di acquistare e ristrutturare il Castello di Sammezzano in modo da renderlo agibile ed accessibile a tutti coloro che lo volessero visitare. E’ difatti un meraviglioso patrimonio della nostra nazione e come tale dovrebbe essere valorizzato e tutelato. Al link https://www.kickstarter.com/projects/1362458825/save-the-sammezzano-castle-and-turn-it-into-a-famo?ref=category_location potrete trovare tutti i particolari del progetto che, non a caso, ho deciso di chiamare “Save The Sammezzano Castle” . Come vedrete ho avviato una raccolta fondi per un minino di 40.000.000 di Euro. Non sono certo uno sciocco, so che in poco più di 20 giorni è impossibile raccogliere una cifra del genere; però so anche che, in paesi come il nostro, l’unico modo per sensibilizzare le persone e smuovere le istituzioni è quello di intraprendere iniziative del genere. Spero tanto che questa triste ma importante vicenda possa trovare un piccolo spazio sul vostro quotidiano così che possa essere conosciuta da un numero più alto possibile di persone. E' sicuramente un fatto che non può far altro che interessare a molti, sono infatti sicuro che basterebbe semplicemente far "uscire" il Castello di Sammezzano dallo stato di "invisibilità" in cui si trova per renderlo oggetto di interesse ed ammirazione e conseguentemente salvarlo. So che siete giornalisti ed i giornalisti, si sa, fanno domande. Dunque, se avete la necessita di contattarmi per chiedermi qualunque altra informazione sulla raccolta fondi o quant’altro, sarò sempre raggiungibile al numero 3281099761. Sperando di non avervi disturbato, vi mando carissimi saluti e vi auguro di continuare a mantenere il meritato successo che già state riscuotendo con il vostro quotidiano, Francesco Esposito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog