Cerca

Lettere al Direttore

"Il Presidente Emerito" e Senatore a Vita Giorgio Napolitano

Ma se ha sempre privilegiato,anche se istituzionalmente non poteva,il centrosinistra,ed in quei momenti la salita dell'attuale Presidente del Consiglio,ha messo da parte le richieste di chi aveva avuto la simile percentuale di voti alle elezioni politiche nel suo periodo di presidenza, scartando tutto quello di cui non potesse andare a vantaggio del potere politico di parte del suo ex p.c.i. quella parte era a sua buona conoscenza la restante era forse un salto nel buio? Ma siamo seri, come mai non ha mai protetto il buon nome dell'Italia quando al Governo c'era il centrodestra? Come mai ha permesso la lenta e continua distruzione sia politica che d'immagine del Governo di centrodestra? Particolarmente del Presidente del Consiglio Berlusconi,non certamente un Santo, questo era il suo dovere istituzionale non nel fare apertamente politica,adesso dopo un "periodo di riposo" ed una carica innovativa di Presidente Emerito come Papa Benedetto,a mia memoria non l'avevo mai sentita e neanche in Vaticano, si è risvegliato e come Senatore a Vita e Presidente Emerito,girateli come volete ma ce n'è solamente uno riconosciuto istituzionalmente,e svegliato dal suo dorato torpore, si pronuncia come in precedenza aveva già fatto, a favore del "nuovo Senato" incartapecorito e sibilante. Ferrara Paolo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog