Cerca

Lettere al Direttore

guardiamo in faccia la realtà

spett. Redazione Sono convinto che i giornalisti possano sensibilizzare non solo l'opinione pubblica ma anche i governi. I recenti fatti di Parigi, le continue minacce per Roma e ad una settimana di distanza l'attacco all'albergo di Mali impongono al nostro ministero della difesa di dire chiaramente ai cittadini italiani ancor prima che accada qualcosa di simile anche da noi che stiamo vivendo un nuovo tipo di guerra alla quale dovremo abituarci in fretta sapendoci difendere per quel che possiamo. Sappiamo che non abbiamo abbastanza forze da poter proteggere ogni struttura, ogni albergo , ogni persona, per cui credo che il Ministero dovrebbe insegnare ai cittadini come comportarsi in caso di attacco per agevolare coloro che sono preposti a difenderci. Non c'è peggio del panico per aumentare il numero delle vittime . Credo che si renda necessario lo studio di una tecnologia che individui i cellulari presenti in una determinata zona in maniera che un segnale delle prefetture o chi per esse possa dar modo di inviare un sms ed avvertire ogni singolo cittadino presente in quella zona di essere in pericolo e di allontanarsi da una certa via. Per evitare confusioni pericolose bisognerebbe che tutti i cittadini poterssero aprire le loro porte di casa per dar modo specialmente a donne e bambini di poter salire ai piani superiori e restare al sicuro . E' certamente una nuova guerra ed abbiamo bisogno di imparare nuovi sitemi di difesa. Il nostro governo traccheggia e pare piu' interessato a tenere sotto controllo la paura per non danneggiare i consumi che dirci la verità . Io mi sentirei piu' sicuro se sapessi che il mio vicino di ristorante sa come comportarsi, che il proprietario è armato e che l'appartamento di sopra mi aprira' la porta. Sarei piu' sicuro se venissi controllato coi metal detector mobili, sarei piu' sicuro se sapessi che potrei essere avvertito da un sms prima che accada il peggio. Vediamo che le bande di terroristi sono composte da non molte persone, una decina al massimo e che costoro , bene armati, attaccano luoghi dove sanno che stanno molti cittadini disarmati. Nel caso di Alberghi, centri di aggregazione ecc, si trovano molte persone a volte centinaia se non migliaia che sono vittime indifese . Come uomo chiedo che mi sia data la possibilità di salvare quantomeno la vita di donne e bambini che mi stanno accanto in quei momenti e vorrei conoscere come mi dovrei comportare insieme agli altri uomini presenti ,magari sacrificandomi per primo, per impedire in ogni modo ai bastardi di fare una mattanza e di sparare a persone rannicchiate a terra in posizione fetale che chiedono pietà in attesa del colpo di grazia. Ad oggi per fortuna in Italia non è ancora successo niente di quanto paventato ma è facile immaginare cosa potrebbe accadere se restassimo anche noi vittime di orrendi massacri che certamente non si fermeranno al primo. A parte che mi sentirei piu' sicuro se potessi girare armato, bisogna tenere presente che tutti gli uomini dovrebbero essere istruiti da esperti militari anche via internet o tv, quale dovrebbe essere il comportamento diciamo di gruppi di venti o trenta persone da adottare per contrastare il nemico. Come tendergli agguati, come barricarsi, come calarsi dalle finestre , di quali armi di fortuna dotarsi e come nascondere donne , anziani e bambini. Dovrebbe essere il minimo perche' dovremo difenderci da gente addestrata ad uccidere. Spero che il Ministero della difesa sappia organizzarsi anche se temmo di essere rappresentato da ventri molli che non hanno ancora capito il rischi decennali a cui saremo sottoposti. Certamente perderemo un po' della nostra liberta' individuale , certamente dovremo necessariamente cambiare le abitudini di vita, certamente ne risentira' il pil ma cerchiamo di vederla anche dal lato positivo: certamente si salveranno piu' vite dei nostri cari, probabilmente ci trasformeremo in una nazione piu' aggregata con piu' senso comunitario che a noi in effetti manca, in una nazione che cura un po' meno gli interessi personali e sicuramente l'aumento dei controlli specialmente in strada portera' ad una diminuzione della normale criminalità . vorrà dire che Draghi stampera' un po' di carta in piu' e l'euro perderà un po' piu' valore . Io penso che purtroppo il peggio debba ancora accadere ma spero che riusciremo a sconfiggere il male anche se a caro prezzo. Ho scritto e chiesto al Santo Padre si sospendere il Giubileo ed ho ricevuto risposte dai seguaci di f.b. che mi dicevano che sarebbe la dimostrazione di aver perso. Io contesto perche' questa non è una partita di calcio ed abbiamo il dovere di prevenire invece di nascondere la testa sotto la sabbia. si perde quando si perde la vita. Se accadesse il peggio a Roma , in una Roma satura di persone che arrivano sconosciute da ogni parte del mondo, se il Vaticano fosse attaccato dall'alto con prodotti chimici o se le nostre città venissero avvelenate , sarebbe un danno ben peggiore. Se potete fate giungere questo messaggio a chi puo' organizzarci. Grazie Gianfranco Peri

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog