Cerca

Lettere al Direttore

ricongiunzione onerosa

Gentile Direttore mi rivolgo direttamente a lei dopo aver tentato di contattare: Boeri, Poletti, Brunetta, Grillo sul tema della ricongiunzione onerosa, ma non ho ricevuto alcuna risposta. A tale proposito, quando andrò in pensione dovrei ricongiungere i contributi versati su più enti previdenziali, sostenendo un onere esorbitante, Qualora non procedessi alla ricongiunzione onerosa, sarei costretto ad avvalermi del sistema della c.d. “totalizzazione” che comporta, un “taglio” di ben il 50% dell’ammontare della futura pensione! Tale situazione riguarda, oltre al sottoscritto, una vasta platea di persone appartenenti alle più varie figure professionali che hanno la sola colpa di aver lavorato in aziende diverse cui riferiscono differenti enti previdenziali. Si tratta di un dramma che parrebbe non essere stato raccolto dalle forze politiche e portato all’attenzione degli Organi Istituzionali preposti con la dovuta incisività; ovvero sono stati ottenuti risultati insoddisfacenti. Gentilmente, tramite il suo giornale, a cui sicuramente sta a cuore la tutela delle garanzie e della dignità dei lavoratori a porre in atto tutte le urgenti ed improcrastinabili iniziative per porre all'attenzione degli Organi istituzionali, riparo a tale palese (e incostituzionale) ingiustizia che penalizza in maniera insostenibile chi ha regolarmente versato i propri contributi all'ente previdenziale. La ringrazio della cortese attenzione e la saluto cordialmente Roberto Corsi l

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lavoro

    29 Gennaio 2016 - 11:11

    Sono perfettamente d'accordo con Roberto, chi come mio marito che ha iniziato a lavorare a 14 anni con 40 anni di contributi, oggi a 54 anni per poter andare in pensione dovrà lavorare ancora di più e non solo, dovrà ricongiungere i contributi da privato con quelli degli Enti locali, in modo oneroso con un esborso economico che inciderà pesante su di noi. Una moglie disperata Rosalia Palumbo

    Report

    Rispondi

blog