Cerca

Lettere al Direttore

conguaglio o rapina pensioni?

egregio direttore, quest'anno a gennaio, con 5 giorni di ritardo, ho finalmente avuto il mensile della mia pensione: 917,02 €, anzichè 1.086,20. L'anno scorso, stesso periodo, nessun decremento. Come mai? Mi aspettavo, vista la sentenza della Corte Costituzionale e il successivo decreto del governo Renzi, con relativa promessa di "concedere" un piccolo aumento, di vedermi aumentata la mensilità. Non so se vivo in un paese democratico o in una dittatura. Infatti i nostri governanti (che non si fanno mancare niente nè a se stessi nè a tutta la pletora che forma la "nomenclatura" di questo paese: milioni di persone!), quando c'è da distribuire qualche "benefit" elettorale, prendono dalle pensioni, adducendo come scusa che il costo della vita è diminuito. Quando il costo della vita aumenta, vedi anni pregressi, si dimenticano di adeguare ad esso aumento le pensioni, adducendo come scusa che non ci sono i soldi. E manco ti avvertono, quando ti decurtano le pensioni, te li prendono e stattene buono. Ma che paese è mai questo? mario s.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog