Cerca

Lettere al Direttore

Degrado del matrimonio

Caro Direttore, Mi rivolgo al vostro giornale perche' forse siete i soli che potreste accettare il mio "politically incorrect " sulla questione che ci stanno propinando con tamburi e arcobaleni delle "unioni civili". Nessuno ha capito che il matrimonio e' un rito sacro. Sacro non vuol dire religioso ma significa "separato " sta a significare qualcosa che sta sopra l'uomo e del mondo. Va bene un rito matrimoniale qualunque. Tutti i popoli hanno sempre ritualizzato l'unione di un uomo e una donna. Tutto il resto non conta. Purtoppo il degrado della civilta' occidentale sul concetto di sacralita' e' totale. Ormai le unioni non sono piu' suggellate da un vincolo indelebile,. Si parla di compagno, compagna, partner; tutti termini riduttivi e privi di qualsiasi senso di legame con la sacralita'. Guardatevi l'etimologia della parola matrimonio, della parola sposo e sosa, e vedete che tutto il resto e' privo di qualsiasi signigicato. Non e' un problema di unioni civili, a questo punto possiamo legalizzare tutto. Non ci sono piu' limiti. Abbiamo di fatto superato tutti i limiti etici. Grazie dell'attenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog