Cerca

Lettere al Direttore

Di quale amore parla il premier Renzi

Signor Direttore, non è la prima volta che il premier Renzi dice che “Ha vinto l’amore” a proposito delle unioni omosessuali. Non si capisce bene questo concetto ora che è stata stralciata la stepchild adoption. Forse si poteva pensare che si riferisse al figlio/a del/della partner, ma non è così. Si riferisce proprio, nel suo pensiero, a due persone dello stesso sesso. Ma allo Stato non interessa quanto e quale amore ci sia in una relazione. Sarebbe un’intromissione intollerabile degna della peggior dittatura se lo Stato dovesse misurare l’amore fra le persone e dare, oppure no, il consenso per un matrimonio. L’unione omoaffettiva è una scelta personale che non riguarda lo Stato. Altrimenti si dovrebbe considerare “amore” anche quello di due anziane amiche o amici che si mettono insieme sotto lo stesso tetto per dividere le spese ed ottenere i benefici … del “matrimonio”, compresa la pensione di reversibilità ecc.. Sembra che funzioni come diceva mio padre: più dici che una cosa non va bene più l’altro la vuole fare. Avremo però il segreto dell’urna per farci sentire democraticamente e pacificamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francori2012

    19 Marzo 2016 - 19:07

    Di che tipo di amore si tratti,lui non è il migliore interprete,giacchè si è circondato di "Pulzelle",giovani e carine,anche se,piuttosto inette,specie la Mogherini,che pare non fare nemmeno gli interessi dell'Italia. A pensar male si fa peccato,ma spesso s'indovina.Si sa chi lo disse. Francori2012

    Report

    Rispondi

blog